EPILAZIONE LASER: UN INVESTIMENTO A LUNGO TERMINE!

La rimozione dei peli superflui, indipendentemente dal loro colore, numero e spessore, è un’esigenza che accomuna la stragrande maggioranza delle donne. Aveva destato per amore, non molto tempo fa, un movimento social che stigmatizzava ceretta & co.

 

Considerandoli metodi “di tortura” a cui il genere femminile sarebbe costretto a sottoporsi da una società sessista e maschilista.

In realtà, come ogni estetista sa bene, la scelta di depilarsi gambe, ascelle e altre parti del corpo è dettata da molti fattori diversi e coinvolge sempre di più anche gli uomini.

La praticità di una pelle glabra (per gli sportivi, ma non solo) , la piacevole sensazione al tocco, la percezione di ordine e pulizia che si prova dopo una seduta di epilazione rendono questa pratica un modo per sentirsi, prima di tutto a proprio agio con il proprio corpo.

Se decidete di iniziare questo “percorso” verso l’addio ai vostri peli  sappiate che sarà, in primis, lungo: non è un trattamento per cui si applica la “regola” del “lo provo una volta e vediamo come va’”. Per ottenere dei risultati concreti bisogna portar pazienza e concludere diverse sedute.

In più è bene che affrontiate con realismo questo percorso. La rimozione è sì definitiva, ma è bene sapere che questa tecnologia non è in grado di eliminare per sempre al 100% i vostri peli ma ne rimuove un buon 80%.

 

 

Sicuramente non è definitiva da subito, cioè a partire dalle prime sedute. Tanto per cominciare, perché nei tessuti ci sono molti follicoli che, pur risultando inattivi al momento del trattamento, possono diventarlo subito dopo (in seguito, per esempio, a un cambiamento ormonale) e dare vita a nuovi peli. Il laser, inoltre, distrugge solo i peli che si trovano in fase di crescita (detta “anagen”), mentre non riesce a colpire quelli a riposo (in fase “telogen”). È, dunque, più corretto parlare di un diradamento progressivo, che porta a una scomparsa permanente dei peli nel 70-80 per cento dei casi. In pratica, l’obiettivo si può considerare raggiunto se, dopo un anno, i peli non ricrescono più».

 

 

L’epilazione con il laser è una tecnica collaudata da anni e priva di rischi»

Provoca solo un leggero fastidio, paragonabile alla puntura di un ago minuscolo, che si può attenuare con l’applicazione di una crema anestetica locale. Il fastidio è ovviamente maggiore sulle parti più delicate, come l’inguine e le ascelle».

Le stagioni più indicate per sottoporsi a un ciclo di trattamenti sono l’autunno e l’inverno».

Please follow and like us:
Facebook
Google+
Whatsapp